Categorie
Economia

Dalla crisi nascono nuove opportunità per alcuni settori

Dentro a ogni crisi si nasconde un’opportunità. Un adagio vecchio quanto il mondo che però racchiude in sé tanta verità.

Questa crisi da coronavirus che stiamo vivendo ce lo mette sotto gli occhi tutti i giorni: lo stravolgimento di vita a cui ha portato ha permesso a tante persone di ripensare il modello di vita adottato fin qui, oltre a scombinare l’ordine economico mondiale.

Che ci sia una crisi economica in atto è innegabile, che sia tutto nero come verrebbe da pensare lo è un po’ meno. In ogni crisi, infatti, c’è chi ci perde e chi ci guadagna: non è cinismo ma una mera constatazione basata sui fatti.

L’industria alimentare e il settore della grande distribuzione organizzata (GDO), ad esempio, hanno visto i loro fatturati crescere a doppia cifra nell’ultimo periodo.

Cambiano le abitudini, non cambia la sostanza

Mangiare bisogna pur mangiare del resto: tutti i lavoratori che erano soliti mangiare fuori casa non hanno più potuto farlo, andando a incrementare i consumi casalinghi.

Più cibo prodotto significa anche più cibo confezionato: altro settore in netta crescita in questo periodo è stato quello degli imballaggi, cartone o plastica fa poca differenza. Il cibo confezionato, infine, va spesso consegnato a domicilio: la richiesta di questo servizio è letteralmente esplosa.

La GDO avrà bisogno di un incremento della forza lavoro? Ne ha bisogno già ora. Inoltre, le abitudini alimentari non torneranno presto ai livelli pre-covid poiché il settore della ristorazione sarà l’ultimo a ripartire, e comunque lo farà a regime ridotto.

Altro settore che farà fatica a ripartire a pieno regime è quello dei servizi per la cura della persona e per il tempo libero: palestre, piscine, centri estetici e parrucchieri non avranno vita facile.

Tutti fuori forma e con i capelli in disordine dunque? Niente affatto. È cresciuta enormemente la spesa per l’acquisto di prodotti per il fitness: tute da ginnastica, pesi e manubri, tapis roulant, cyclette.

Così come è aumentato l’acquisto di accessori e prodotti per la cura fai da te di capelli e corpo; anche quando riapriranno parrucchieri ed estetisti, c’è da scommetterci che in molti preferiranno provvedere tra le mura domestiche.

Gig economy: l’arte del lavoro temporaneo

Se i settori che hanno visto crescere il fatturato durante la crisi potranno aver bisogno di nuove assunzioni, quelli che ne escono con le ossa rotte potrebbero essere costretti a tagliare personale.

Questo apre però il campo alla “gig economy”, modello economico che si basa sul lavoro occasionale: un insieme di servizi offerti -quasi sempre da remoto- da lavoratori autonomi e liberi professionisti.

Il motivo è semplice: l’azienda può avvalersi di un esperto a un costo minore rispetto all’assunzione. Soprattutto per quelle professioni che non richiedono un contatto con il pubblico -si pensi alla quasi totalità delle professioni creative che ruotano attorno ai contenuti- è previsto un forte incremento di questa tipologia di lavoro.

Veloce, agile, da remoto, conveniente: una soluzione win-win per aziende e professionisti. Nonché la prova che se il mondo cambia, bisogna provare a cambiare assieme a lui.

Categorie
Economia

Come rilanciare la carriera con l’e-learning durante il Coronavirus

Dall’inizio del lockdown del paese, sono molti i lavoratori che hanno dovuto far fronte allo stop delle proprie attività e lavori e che si sono dovuti avventurare nel mondo dello smart-working.

E’ possibile, però, utilizzare questo tempo in più a disposizione per rilanciare (e, ovviamente, lanciare) le proprie carriere attraverso l’e-learning e aiutare così la ripartenza dell’economia del paese.

L’importanza di un curriculum 2.0

Se fino a qualche decennio fa, possedere delle competenze digitali rappresentava un plus, al giorno d’oggi è fondamentale per farsi strada nel mondo del lavoro.

Non basta sapere inviare una e-mail o creare un documento Excel: c’è bisogno di skills molto più efficaci ed utili, come una conoscenza solida di piattaforme software per creare siti web come WordPress o la conoscenza di alcuni dei linguaggi di programmazione più utilizzati come Java.

Dedicare un’intera sezione del proprio curriculum vitae alle proprie esperienze nel campo digitale e sulle proprie competenze informatiche, vi renderà molto più appetibili agli occhi dei datori di lavoro che, sempre più spesso, delegano i “difficili compiti tecnologici” ai loro subordinati più giovani o esperti nel settore.

Per non parlare dell’importanza che i social network hanno adesso per tutto ciò che riguarda il marketing e la pubblicità: moltissime agenzie e compagnie, da circa dieci anni a questa parte, stanno investendo milioni in campagne pubblicitarie mirate su piattaforme come Instagram e Facebook, in quanto raggiungono molti più utenti e sono più visibili dei vecchi volantini o cartelloni pubblicitari.

Metodi efficaci per diventare digitali

Uno dei metodi più efficaci per fare proprie queste importanti skills è, sicuramente, seguire corsi online.

Di questi tempi, ve ne sono moltissimi (e gratuti) che coprono più aspetti del mondo digitale: corsi sul web marketing, sul giusto metodo di ricerca online, su come gestire un e-commerce e moltro altro!

Gli stessi ministeri dell’innovazione, dell’istruzione e del lavoro stanno investendo in questi corsi, in modo da rendere i futuri lavoratori capaci di stare al passo con lo sviluppo del mondo del lavoro.

Inoltre, questi corsi danno spesso la possibilità di accedere al materiale didattico digitale in ogni momento della giornata, in modo da gestire lo studio in base ai propri ritmi e orari: un vantaggio non da poco!

Un altro metodo efficace risiede nella lettura di libri scritti da personaggi importanti e noti del mondo informatico, digitale e dell’e-commerce, oltre che alla visione delle loro conferenze più famose su piattaforme come You Tube.

Bisogna, però, porre particolare attenzione alle truffe e ai cosiddetti acchiappasoldi! Inoltre, parlare e comprendere fluidamente la lingua inglese è un must!

Non solo perchè apre gli orizzonti e il range delle esperienze lavorative, ma anche perchè vi darà la possibilità di leggere e studiare moltissimo materiale originale e che, molto spesso, in italiano non è disponibile o presenta una pessima traduzione!

Curiosità e consigli utili

E’ fondamentale avventurarsi nel mondo digitale e conoscerlo con i propri tempi e metodi: spendere tempo su internet; fare le proprie ricerche e i propri esperimenti sui social per vedere i risultati e i riscontri degli altri utenti sono tutti metodi efficaci e legittimi.

Il fine è quello di raggiungere una conoscenza generale di tutte le basi (dalla programmazione al copywriting) ma, successivamente, di specializzarsi in quel campo che più vi appartiene, soddisfa e incuriosisce.

Categorie
Economia

Le nuove frontiere dello shopping online: la convenienza dei codici sconto

Negli ultimi anni le modalità di spese e acquisti dei consumatori sono considerevolmente cambiate e si sono molto evolute: sulla scia della rivoluzione tecnologica e digitale ormai in corso da diverso tempo sempre più brand hanno creato dei veri e propri negozi online (i famosi e-stores), permettendo ai clienti di fare shopping comodamente da casa (o comunque quando e dove si vuole).

Lo shopping tradizionale (potremmo definirlo “fisico”) si è quindi evoluto e arricchito della sua nuova versione online.

I clienti possono visitare virtualmente, quando e dove vogliono, il negozio desiderato e procedere con gli acquisti, a volte trovando anche prezzi più convenienti.

Il motivo principale che ha portato recentemente la maggior parte dei consumatori a spostare la propria capacità d’acquisto verso gli e-commerce è facile da intuire: la comodità e la praticità di scegliere tra un vasto assortimento di prodotti e il concreto risparmio di tempo e denaro.

Vantaggi e novità dello shopping online: i codici sconto

La convenienza è il fattore determinante che ha spostato sempre di più lo shopping dalla modalità tradizionale alla versione digitale e proprio in virtù del concetto di risparmio, sempre più aziende hanno scelto di dare ai propri clienti la possibilità di utilizzare i codici sconto, ossia i coupon del risparmio.

Ma cosa sono i codici sconto? Sono coupon virtuali gratuiti, composti da numeri o lettere, che permettono di usufruire di una riduzione sul prezzo di acquisto di qualsiasi categoria merceologica: moda, cosmesi, elettronica, alimentazione, prodotti per animali, arredamento e tanto altro ancora. Le possibilità sono davvero infinite.

In altri casi, i codici sconto consentono di ricevere benefit interessanti, come la spedizione gratuita del prodotto acquistato o un prodotto omaggio. Il risparmio è inevitabile!

Funzionamento dei codici sconto

I codici sconto, conosciuti anche come voucher, coupon, codici promozionali o buoni sconto, sono facili da utilizzare e, soprattutto, completamente gratuiti.

Il loro utilizzo e’ facile e intuitivo: durante la spesa, una volta selezionato il prodotto desiderato, basta copiare e incollare il codice nell’apposito campo, in genere al momento del pagamento di un ordine, e a questo punto l’importo della spesa totale viene scalato in automatico della cifra definita dallo sconto. Il gioco è fatto.

I codici sconto, amici del risparmio e della convenienza

Una volta compreso il meccanismo dei codici sconto e – soprattutto – i loro notevoli vantaggi, perché’ non beneficiare di ulteriori sconti, grazie l’utilizzo dei coupon online durante i propri acquisti?

I codici sconto sono promossi direttamente dalle aziende tramite le loro newsletter, altre volte vengono pubblicizzati dalle loro pagine social.

Ma la cosa interessante è che nel panorama digitale moderno esistono diversi portali e siti di couponing esclusivamente dedicati alla scontistica che mettono a disposizione numerosi codici sconto.

Una volta individuato il codice di cui si ha bisogno, basta andare sul sito del brand corrispondente e procedere con l’acquisto.

La strategia alla,base dei codici sconto e’ molto semplice: le aziende sono interessate a fidelizzare i clienti e a trovarne di nuovi, proponendo importanti riduzioni di prezzo rispetto allo shopping tradizionale, mentre al consumatore interessa risparmiare.

Le due parti sono reciprocamente soddisfatte e le,vendite incrementano. Meglio di così! E allora buono shopping online a tutti, con i codici sconto alla mano!