INFORMAZIONI E CONTATTI            
INFORMAZIONI E CONTATTI

Periodico registrato Trib.Milano, n° 362/05 Magazine informativo su stage e corsi professionali, finanziamenti alle imprese, opportunità di business e di lavoro MILANO,

HOME

FSE

FORMAZIONE

LAVORO

EUROPA

STAGE

FINANZIAMENTI

IMPRESA

HOME

FSE

FORMAZIONE

LAVORO

EUROPA

STAGE

FINANZIAMENTI

IMPRESA

PROFESSIONI ECONOMIA TECNOLOGIA AMBIENTE  DESIGN  TURISMO   SPORT   LIFESTYLE
PROFESSIONI
ECONOMIA
TECNOLOGIA
AMBIENTE
 DESIGN 
TURISMO
  SPORT  
LIFESTYLE

CHIUDI ☒  


AUTOIMPRENDITORIALITA'

L'Agenzia Invitalia promuove la creazione di imprese o l'ampliamento di quelle già esistenti a condizione che la loro maggioranza, numerica e di capitali, sia detenuta da giovani di età compresa tra 18 e 35 anni e residenti nei territori agevolati.
I progetti d'impresa possono riguardare le seguenti attività:
1. Produzione di beni nei settori dell'agricoltura, dell'industria o dell'artigianato e fornitura di servizi in favore delle imprese. Investimenti previsti non superiori a € 2.582.000
2. Fornitura di servizi nei settori della fruizione dei beni culturali, del turismo, della manutenzioni di opere civili e industriali, della tutela ambientale, dell'innovazione tecnologica, dell'agricoltura e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agroindustriali. Investimenti previsti non superiori a € 516.000
3. Cooperative sociali per la produzione di beni in agricoltura, industria e artigianato e fornitura di servizi all'imprese. Investimenti previsti non superiori a € 516.000
Agevolazioni finanziarie ammissibili

  • investimenti (contributo a fondo perduto e mutuo agevolato*)
  • spese di gestione (contributo a fondo perduto)
  • formazione (contributo a fondo perduto)
    La sede legale, operativa e amministrativa della società deve essere ubicata in uno dei comuni agevolabili previsti dall'attuale normativa.
    Per accedere alle agevolazioni occorre presentare apposita domanda e allegare il piano d'impresa (business-plan) che descriva la validità tecnica, economica e finanziaria dell'iniziativa, con particolare riguardo alla redditività, alle prospettive di mercato e alla copertura dei fabbisogni finanziari.
    Il processo di valutazione e attuazione della legge 185/2000 è certificato ISO 9001 per garantire trasparenza e certezza sia per il committente (Ministero dello Sviluppo Economico) sia per le imprese beneficiarie.
    Attività ammesse nei progetti d'impresa
  • produzione di beni in agricoltura, industria e artigianato
  • fornitura di servizi alle imprese (non sono da considerare tali le amministrazioni pubbliche)
    Vincoli
    L'attività d'impresa prevista nel progetto agevolato deve essere svolta per un periodo minimo di 5 anni a decorrere dalla data di inizio effettivo dell'attività d'impresa. Per un analogo periodo di tempo deve essere mantenuta la localizzazione dell'iniziativa (sede legale, amministrativa e operativa) nei territori agevolati.
    Attenzione
    Sono escluse le attività nei seguenti settori: commercio, socio-sanitario, siderurgico, delle costruzioni navali, delle fibre sintetiche e dell'industria automobilistica. Inoltre, i progetti nel settore della produzione agricola devono essere compatibili con le disposizioni contenute nei PSR (Piano di Sviluppo Rurale) regionali. Possono essere finanziati i progetti d'impresa che prevedono investimenti fino a 2.582.000 euro.
    Finanziamenti per l'investimento
    Consistono in contributi a fondo perduto e mutui a tasso agevolato concessi entro i limiti stabiliti dall'Unione Europea. Modulando opportunamente l'ammontare del contributo a fondo perduto e del mutuo agevolato, la copertura finanziaria iniziale può arrivare:
  • nel Sud all'80-90% dell'investimento
  • nel Centro Nord fino al 60-70% dell'investimento
    secondo i limiti fissati dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionali 2007/13, ovvero, per le aree non ricomprese in essa, secondo quanto previsto dal regolamento CE n.70/2001 o secondo la regola de minimis.
    Per i progetti nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, le agevolazioni sono concedibili esclusivamente in termini di ESL secondo i limiti fissati dal regolamento n. 1857/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006.
    Ai fini del calcolo di ESL concorrono eventuali altre agevolazioni finanziarie pubbliche concesse alla società beneficiaria.
    Per quanto riguarda i progetti nel settore della produzione agricola le agevolazioni sono concedibili esclusivamente in termini di ESL secondo il nuovo regolamento n. 1857/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006 che prevede:
  • 50% nelle zone svantaggiate individuate ai sensi del Reg. CE n. 1257/99 o nelle zone di cui all'art. 36 lettera a), punti i), ii), iii), del regolamento (CE) n. 1698/2005, designate dagli Stati membri;
  • 40% nelle restanti zone dei territori agevolati.
    Tali massimali possono essere elevati di 10 punti percentuali nel caso di investimenti realizzati da giovani agricoltori.
    L'importo globale degli aiuti concessi ad una singola impresa non può superare 400.000 Euro erogati su un qualsiasi periodo di 3 esercizi o 500.000 Euro se l'azienda si trova in una zona svantaggiata individuata ai sensi del Reg. CE n. 1257/99 o nelle zone di cui all'art. 36 lettera a), punti i), ii), iii), del regolamento (CE) n. 1698/2005, designate dagli Stati membri.
    Per i progetti nel settore della produzione agricola l'acquisto e/o la realizazione dei beni oggetto dell'investimento deve essere sucessiva all'ammissione delle agevolazioni deliberate.
    Secondo le disposizioni di cui all'art. 72 della Legge n, 289/2002, l'ammontare della quota di contributo soggetta a rimborso non può essere inferiore al 50% dell'importo contributivo. Si precisa che il totale del contributo in c/gestione (o del premio per il primo insediamento dei giovani agricoltori), degli aiuti destinati alla formazione e/o assistenza tecnica e del contributo c/investimento non può superare l'importo del mutuo agevolato.
    Finanziamenti per la gestione
    Consistono in contributi a fondo perduto nel rispetto della soglia de minimis, a copertura delle spese di funzionamento connesse con la fase di avvio dell'iniziativa agevolata. Per i progetti nel settore della produzione agricola non sono previste agevolazioni per le spese di gestione.
    Finanziamenti per la formazione e/o l'assistenza tecnica
    Consistono in contributi a fondo perduto nel rispetto della soglia de minimis a copertura delle spese relative alla formazione, specifica e generale, nei settori diversi dal settore agricolo, ed all'assistenza tecnica, per il settore agricolo, al fine di favorire la crescita imprenditoriale dei giovani nelle neo imprese.

  • CHIUDI ☒  


    CORSI FINANZIATI


    CORSI PROFESSIONALI


    CORSI ON-LINE


    STAGE E TIROCINI


    BANDI E CONTRIBUTI


    OFFERTE DI LAVORO


    LAVORARE IN EUROPA


    VIAGGIARE IN EUROPA


    OPPORTUNITA' DI BUSINESS


    CONSULENZA D'IMPRESA


    PREVIDENZA SOCIALE






     

    IMPRESA

     

    Pagina: 1 .


    DIVENTARE IMPRENDITORE

    Oggi fare impresa è una sfida difficile, che affascina ma può nascondere insidie e rischi per la complessità dei sistemi nei quali si sviluppano i modelli di business nuovi o tradizionali. Il lavoro autonomo, indubbiamente premiante sotto il profilo economico, necessita di una preparazione molto più ampia e trasversale rispetto al lavoro dipendente: oltre che competenze specifiche del settore è necessario possedere una visione d'insieme e una conoscenza approfondita degli aspetti peculiari della professione.
    Sopratutto all'inizio, le difficoltà in cui si imbatte per l'avviamento dell'impresa costituiscono un grande ostacolo e possono talvolta far rinunciare al nuovo progetto di un lavoro indipendente. ...CONTINUA

    IMPRENDITORIALITA' GIOVANILE

    Il successo di una iniziativa imprenditoriale dipende da una serie di fattori di varia natura di cui bisogna tenere conto sin dalle prime fasi della progettazione.
    Il fattore più importante è senza dubbio la validità tecnica e commerciale dell'idea imprenditoriale, ma non vanno sottovalutati altri aspetti a prima vista secondari che possono diventare veri e propri "ostacoli" e che possono ritardare o addirittura "bloccare" il progetto.
    Quì viene analizzata, in sintesi, la legislazione nazionale vigente in materia di sostegno alle nuove imprese. ...CONTINUA

    IMPRENDITORIALITA' FEMMINILE - LEGGE 215/92

    La legge 215/92, "Azioni Positive per l'imprenditoria femminile", si rivolge a imprese costituite dopo il 23 marzo 1992 (data di entrata in vigore della legge) attive nei campi dell'industria, dell'artigianato, dell'agricoltura, del commercio, del turismo e dei servizi.
    In particolare si rivolge a:

  • società cooperative o di persone costituite per almeno il 60% da donne
  • società di capitali le cui quote di partecipazione siano, per almeno 2/3, in possesso di donne, gli stessi parametri valgono per la composizione del consiglio di amministrazione
  • imprese individuali gestite da donne
  • imprese, consorzi, associazioni, enti di formazione e ordini professionali promotori di corsi di formazione imprenditoriale, servizi di consulenza e assistenza, la cui quote siano possedute per almeno il 70% da donne ...CONTINUA
    AUTOIMPIEGO

    L'Agenzia INVITALIA sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali (anche in forma associativa) da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti iniziative:

  • Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale). Investimenti previsti non superiori a 25.823 euro
  • Microimpresa (in forma di società di persone). Investimenti previsti non superiori a 129.114 euro
  • Franchising (in forma di ditta individuale o di società), da realizzare con Franchisor accreditati con l'Agenzia.
  • Impresa no profit
    Le agevolazioni finanziarie previste riguardano diverse categorie individuate dall'agenzia. ...CONTINUA
  • AUTOIMPRENDITORIALITA'

    L'Agenzia Invitalia promuove la creazione di imprese o l'ampliamento di quelle già esistenti a condizione che la loro maggioranza, numerica e di capitali, sia detenuta da giovani di età compresa tra 18 e 35 anni e residenti nei territori agevolati.
    I progetti d'impresa possono riguardare le seguenti attività:
    1. Produzione di beni nei settori dell'agricoltura, dell'industria o dell'artigianato e fornitura di servizi in favore delle imprese. Investimenti previsti non superiori a € 2.582.000
    2. Fornitura di servizi nei settori della fruizione dei beni culturali, del turismo, della manutenzioni di opere civili e industriali, della tutela ambientale, dell'innovazione tecnologica, dell'agricoltura e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agroindustriali. Investimenti previsti non superiori a € 516.000
    3. Cooperative sociali per la produzione di beni in agricoltura, industria e artigianato e fornitura di servizi all'imprese. Investimenti previsti non superiori a € 516.000 ...CONTINUA

    APRIRE LA PROPRIA ATTIVITA'

    Lo sportello unico è un servizio informativo ed operativo che è per il futuro imprenditore (o l'imprenditore) l'unico punto di contatto con la Pubblica Amministrazione. Ad esso possiamo rivolgerci per tutte le necessità connesse alla realizzazione, l'ampliamento, la localizzazione, la riconversione e la ristrutturazione di una attività produttive. Il SUAP (questa la sigla con cui si chiama questo sportello) coinvolge numerose Amministrazioni e, se intendiamo iniziare una nostra attività, sarà il nostro interlocutore primario, che smisterà le nostre richieste, i nostri documenti, ai soggetti a cui sono diretti, rispondendo poi a noi.
    Gli obiettivi del SUAP sono:
    - offrire assistenza all'imprenditore nei rapporti con la Pubblica Amministrazione
    - rendere accessibile i procedimenti amministrativi, semplificarli e velocizzarli rendendo certi i tempi
    - assicurare, anche attraverso apposite misure telematiche, il collegamento tra tutte le attività relative alla costituzione dell'impresa. 

    L'impresa presenta al SUAP la sua richiesta (realizzazione, ampliamento, localizzazione, riconversione o ristrutturazione dell'attività) e lo sportello si attiva direttamente, per nostro conto, presso gli Enti interessati. Lo sportello è utile per professionisti e imprese, oltre che ad associazioni, professionisti e agenzie delle imprese che forniscono assistenza e servizi alle imprese, in quanto permette loro di avere un  unico interlocutore con la Pubblica Amministrazione, senza doversi barcamenare tra i diversi uffici che possono essere coinvolti in una pratica (vedi Ufficio Edilizia, ASL, VVFF, Genio civile etc.) e rende accessibili i diversi procedimenti amministrativi che interessano l'impresa (Autorizzazione esercizio attività, Autorizzazione realizzazione o modifica impianti e anche Raccordo con il Registro Imprese per l'apertura, modifica, chiusura dell'impresa). Se vogliamo iniziare un'attività sarà il SUAP a ottenere per i procedimenti avviati i necessari pareri, nulla osta ed autorizzazioni.
    Quali servizi offre il SUAP 
    Il SUAP fornisce all'impresa, tra gli altri, i seguenti servizi, anche per via telematica: ...CONTINUA


    IMPRESA

    Pagina: 1 .

     
    E-SHOP


    SCRIVI ALLA REDAZIONE


    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER




    Vacanze in Europa

    Idee e opportunità  per le vostre vacanze.







    LINK UTILI









    Site owner:
    JV properties KFT
    VAT: HU23760750241

    Privacy & Cookies Policy


    Powered by MMS © EUROTEAM


    IMPRESA    

    Pagina: 1 .

    DIVENTARE IMPRENDITORE

    Oggi fare impresa è una sfida difficile, che affascina ma può nascondere insidie e rischi per la complessità dei sistemi nei quali si sviluppano i modelli di business nuovi o tradizionali. Il lavoro autonomo, indubbiamente premiante sotto il profilo economico, necessita di una preparazione molto più ampia e trasversale rispetto al lavoro dipendente: oltre che competenze specifiche del settore è necessario possedere una visione d'insieme e una conoscenza approfondita degli aspetti peculiari della professione.
    Sopratutto all'inizio, le difficoltà in cui si imbatte per l'avviamento dell'impresa costituiscono un grande ostacolo e possono talvolta far rinunciare al nuovo progetto di un lavoro indipendente. ...CONTINUA

    IMPRENDITORIALITA' GIOVANILE

    Il successo di una iniziativa imprenditoriale dipende da una serie di fattori di varia natura di cui bisogna tenere conto sin dalle prime fasi della progettazione.
    Il fattore più importante è senza dubbio la validità tecnica e commerciale dell'idea imprenditoriale, ma non vanno sottovalutati altri aspetti a prima vista secondari che possono diventare veri e propri "ostacoli" e che possono ritardare o addirittura "bloccare" il progetto.
    Quì viene analizzata, in sintesi, la legislazione nazionale vigente in materia di sostegno alle nuove imprese. ...CONTINUA

    IMPRENDITORIALITA' FEMMINILE - LEGGE 215/92

    La legge 215/92, "Azioni Positive per l'imprenditoria femminile", si rivolge a imprese costituite dopo il 23 marzo 1992 (data di entrata in vigore della legge) attive nei campi dell'industria, dell'artigianato, dell'agricoltura, del commercio, del turismo e dei servizi.
    In particolare si rivolge a:

  • società cooperative o di persone costituite per almeno il 60% da donne
  • società di capitali le cui quote di partecipazione siano, per almeno 2/3, in possesso di donne, gli stessi parametri valgono per la composizione del consiglio di amministrazione
  • imprese individuali gestite da donne
  • imprese, consorzi, associazioni, enti di formazione e ordini professionali promotori di corsi di formazione imprenditoriale, servizi di consulenza e assistenza, la cui quote siano possedute per almeno il 70% da donne ...CONTINUA
    AUTOIMPIEGO

    L'Agenzia INVITALIA sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali (anche in forma associativa) da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti iniziative:

  • Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale). Investimenti previsti non superiori a 25.823 euro
  • Microimpresa (in forma di società di persone). Investimenti previsti non superiori a 129.114 euro
  • Franchising (in forma di ditta individuale o di società), da realizzare con Franchisor accreditati con l'Agenzia.
  • Impresa no profit
    Le agevolazioni finanziarie previste riguardano diverse categorie individuate dall'agenzia. ...CONTINUA

    IMPRESA    

    Pagina: 1 .



  • CORSI FINANZIATI


    CORSI PROFESSIONALI


    CORSI ON-LINE


    STAGE E TIROCINI


    BANDI E CONTRIBUTI


    OFFERTE DI LAVORO


    LAVORARE IN EUROPA


    VIAGGIARE IN EUROPA


    OPPORTUNITA' DI BUSINESS


    CONSULENZA D'IMPRESA


    PREVIDENZA SOCIALE






    E-SHOP


    SCRIVI ALLA REDAZIONE


    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER




    Vacanze in Europa

    Idee e opportunità  per le vostre vacanze.







    LINK UTILI









    Site owner:
    JV properties KFT
    VAT: HU23760750241

    Privacy & Cookies Policy


    Powered by MMS © EUROTEAM